Laser a diodi

Il laser a diodi rappresenta per il nostro studio un grande e fedele aiuto per diverse prestazioni. I suoi utilizzi, infatti, variano in diversi campi dell’odontoiatria, dalla chirurgia alla prevenzione.

Come funziona il laser a diodi?

Con un fascio di luce focalizzato in una determinata area, esso ci permette di operare sul paziente senza creare fastidi, evitando l’uso di bisturi e punti di sutura, decontaminando e biostimolando i tessuti danneggiati e garantendo un miglior decorso post operatorio.

Nel campo della chirurgia, il laser a diodi, ci permette di eseguire piccoli interventi di chirurgia grazie al fascio di luce garantisce una cauterizzazione istantanea dei tessuti evitando sanguinamenti e punti di sutura. La guarigione post operatoria è velocizzata e gestibile dal paziente.

Questo strumento ha un ruolo fondamentale nella prevenzione e nella cura della malattia parodontale. Infatti abbiamo la possibilità di curare tasche parodontali e perimplantiti decontaminando la zona trattata e stimolando la rigenerazione cellulare.

Infine, il laser a diodi è un valido aiuto anche per velocizzare la guarigione di herpes e afte che sono fastidi che affliggono molti pazienti, andando a cicatrizzare i tessuti e dare sollievo senza l’uso di medicinali. Basta una seduta di alcuni secondi per trattare mucose infette e doloranti.